esperti-sintomi-herpes

Herpes labiale: i sintomi

Prurito, bruciore, formicolio e arrossamento: sono questi i primi segnali d’allarme. Poi fanno la loro comparsa le vescicole… Riconoscere i sintomi è essenziale per curarlo nel modo giusto.

All’inizio, è soltanto un formicolio. Poi compare un lieve prurito che induce a sfregarsi il labbro, di solito in un angolo oppure lungo il bordo. Ai “fortunati” che devono sopportare molto raramente i fastidi dell’herpes labiale questi segnali quasi impercettibili, probabilmente, dicono poco.

Dopo il prurito, arrivano le classiche bollicine

Chi si ritrova a fare i conti spesso con il capriccioso virus che lo provoca, invece, sa bene che si tratta soltanto dei primi sintomi dell’infezione e che, nell’arco di poche ore, saranno seguiti dalla comparsa di una bollicina traslucida piena di liquido chiaro e vagamente giallogno, non dissimile, all’esordio, da un brufoletto innocuo, ma che brufoletto innocuo non è.

La conferma arriva presto: il prurito gradualmente aumenta e le bollicine si moltiplicano, formando i tipici grappoli a rosetta, infiammati lungo i bordi. A questo punto, anche i meno esperti devono arrendersi all’evidenza. È proprio herpes, e le bollicine non devono essere toccate, nonostante il prurito, perché altamente contagiose, soprattutto in questa fase.

Non resta che farsene una ragione e pazientare, sapendo che entro 2-3 giorni si formeranno piccole croste e che, anche nella migliore delle ipotesi, ci si dovrà convivere per almeno una settimana.

Attenzione: se le crosticine cadono prima del tempo potrebbe tornare la sensazione di prurito. Meglio quindi lasciarle fare il loro corso e aspettare che se ne vadano da sole.